Tu sei qui

Attività di recupero e interventi

Argomenti (tag): 

 

Attività di recupero; e intervento

PREMESSA

Le attività di sostegno e recupero costituiscono parte ordinaria e permanente del Piano dell’offerta formativa. Al fine di favorire il raggiungimento degli obiettivi di apprendimento che caratterizzano i diversi indirizzi di studio e contrastare l’insuccesso scolastico nonché favorire la motivazione, l’istituto mette in atto diverse strategie per il recupero delle carenze evidenziate.

RECUPERO IN ITINERE E

rappresentato dalle attività di recupero proposte dal docente durante le ore curricolari e può prevedere interventi in forma di Riallineamento: viene attivato nel primo mese di scuola ed è finalizzato ad eliminare eventuali disparità relativamente al possesso dei prerequisiti ritenuti necessari per affrontare in modo proficuo gli argomenti del nuovo anno scolastico Pausa didattica: è effettuata in corso d’anno e consiste nell’interruzione del programma per svolgere attività di recupero rivolte all’intero gruppo classe o differenziate in funzione dei diversi livelli presenti nella classe. Le attività proposte sono definite in piena autonomia dal docente e sono calibrate in funzione del tipo di difficoltà riscontrato, secondo la logica della didattica su misura. Esse possono prevedere la proposta di esercitazioni e spiegazioni aggiuntive anche in forma laboratoriale, lavori di gruppo, cooperative learning, utilizzo delle nuove tecnologie e di audiovisivi, realizzazione di ricerche e prodotti multimediali. Interventi individualizzati: l’insegnante dedica una parte della lezione per attività di recupero rivolte ad un piccolo gruppo di allievi cui assegna delle attività di rinforzo specifiche e/o delle indicazioni di lavoro personalizzate. Queste attività sono registrate nel registro personale dell’insegnante specificando, ove possibile, i nominativi degli studenti coinvolti.

RECUPERO EXTRACURRICOLARE

Si svolge in orario pomeridiano e si articola in: Sportello: Si tratta di interventi di breve durata (2-4 ore) finalizzati al recupero tempestivo delle carenze evidenziate o quale strumento per prevenire valutazioni insufficienti. Viene effettuato su richiesta dell’insegnante che individua gli studenti coinvolti, le modalità e i contenuti del recupero. Help: viene richiesto dagli studenti, previa verifica della disponibilità del docente, per effettuare interventi integrativi su specifici argomenti. Corsi di recupero: questa forma di intervento viene attivata nei confronti degli alunni che in sede di valutazione periodica e finale presentino una o più insufficienze. L’attività è seguita sempre da una verifica per l’accertamento del recupero delle carenze. Studio assistito: sulla base degli insegnanti disponibili può essere predisposto un calendario di attività pomeridiane di aiuto allo studio previa prenotazione da parte degli studenti.

CRITERI GENERALI DI ATTUAZIONE

Al fine di ottimizzare l’utilizzo delle risorse disponibili, saranno di norma autorizzati interventi pomeridiani rivolti a gruppi formati da non meno di 8 unità. A tal fine potranno essere accorpati alunni di classi parallele che presentino gli stessi livelli di carenze. Ciascun allievo, inoltre, non potrà essere impegnato in attività di recupero pomeridiano per più di 4 ore settimanali, mentre per i docenti il numero di ore di recupero settimanali non potrà essere superiore a 6. I consigli di classe nell’ambito della programmazione annuale e della verifica periodica individuano la natura delle carenze, gli obiettivi dell’azione di recupero e definiscono ulteriori criteri per la sua attuazione

Sito realizzato e distribuito da Porte Aperte sul Web, Comunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici, nell'ambito del Progetto "Un CMS per la scuola" - USR Lombardia.
Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.

CMS Drupal ver.7.41 del 21/10/2015 agg.15/01/2016