Tu sei qui

Piano di miglioramento

Il piano di miglioramento

Le scuole, attraverso l’autovalutazione, hanno progettato un Piano di Miglioramento su un’area di interesse individuata fra quelle considerate più deboli dal Rapporto di Valutazione. Il miglioramento è inteso come aumento nei livelli di apprendimento conseguiti dagli studenti, ma anche come capacità crescente della scuola di cambiare. Si tratta dunque di un cambiamento che attiene contemporaneamente alla cultura, ai processi e agli esiti. Si è richiesto a ciascuna scuola di individuare in modo condiviso l’area per la quale prevedere il Piano di Miglioramento, la cui progettazione è stata affidata a gruppi di lavoro di 5-10 membri. Ogni Piano di Miglioramento deve indicare le finalità e gli obiettivi, i tempi e le risorse previste, le attività individuate, le strategie da adottare e i ruoli dei diversi attori in gioco. A tal fine l’INVALSI ha fornito alle scuole un Format comune, valutabile sulla base dei seguenti criteri: pertinenza degli obiettivi e delle finalità con i punti di debolezza individuati dalla valutazione e dall’autovalutazione; coerenza interna del documento tra obiettivi, azioni, risorse; fattibilità delle azioni previste.

 

 

Dal RAV al Piano di Miglioramento

Come previsto dall’Avviso 15 ottobre 2015, i rapporti di autovalutazione (RAV) di tutte le scuole sono pubblicati nella sezione “Scuola in Chiaro” sul sito del MIUR dal giorno 3 di novembre 2015.

 

Le scuole si autovalutano con responsabilità e trasparenza

Sito realizzato e distribuito da Porte Aperte sul Web, Comunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici, nell'ambito del Progetto "Un CMS per la scuola" - USR Lombardia.
Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.

CMS Drupal ver.7.41 del 21/10/2015 agg.15/01/2016